Smettere di russare senza troppa apparente fatica

SHARE

Smettere di russare per molti può essere  la fine di un incubo soprattutto se consideriamo il russamento come la privazione del sonno. Russare è un fastido infatti per il quale si va alla ricerca della cura e della soluzione così da rendere più propizio il riposo. Smettere di russare inoltre significa dare anche sollievo a chi divide il letto con noi che del fastidioso rumore provocato farebbe volentieri a meno. Chi non vive questo disagio probabilmente non riesce nemmeno a capire l’incidenza negativa che può avere il russamento sulla nostra tranquillità emotiva e fisica: ecco perchè tante sono le possibili soluzioni che si possono adottare.

 Smettere di russare per dormire bene

 Il sonno è un’attività vera propria del nostro corpo importante almeno quanto bere e mangiare, e anche se a volte ne facciamo a meno per lunghi periodi della nostra vita, fisiologicamente sentiamo il bisogno di dormire. Non solo bisogna dormire, ma bisogna soprattutto dormire bene: la qualità del sonno infatti è un indice funzionale a tutto il resto. Smettere di russare in tal senso può essere un primo passo verso il raggiungimento della qualità del sonno. Andare alla ricerca delle causa del russare può determinare poi i passaggi successivi per adottare una soluzione definitiva al problema che spesso può addirittura provocare notevole imbarazzo.

Prime soluzioni per smettere di russare

 Per smettere di russare le ricette sono tante a partire da quelle che ci arrivano dalle credenze popolari. Molti infatti continuano ad essere convinti, e probabilmente non hanno tutti i torti, che per smettere di russare prima di tutto è necessario assumere una posizione comoda con il corpo che permetta anche un maggiore e più libero deflusso dell’aria durante la respirazione. Recenti innovazione attraverso cui raggiungere comunque l’obiettivo sono i famigerati cerottini nasali che però non funzionano in tutti i casi.

Smettere di russare: altre soluzioni

 In commercio sono presenti diversi prodotti studiati appositamente per smettere di russare: è il caso per eempio dei dilatatori nasali utilizzati soprattutti da quanti soffrono perennemente di allergie. Più complesso è invece il problema quando è legato a disfunzioni mandibolari o più nello specifico alla chiusura delle arcate dentali: bisogna in questo caso individuare la protesi adatta e soprattutto tenere in conto una spesa che può raggiungere e persino superare le 1000 euro. Per smettere di russare può anche essere determinante ridurre il sovrappreso, diminuire l’ingestione di alcol e eliminare la sigaretta. Per chiudere infine una soluzione tecnologica, il bracciale antirussamento, che è dotato di un sensore che come avverte il russare emette uno stimolo che porterà l’individuo a girarsi.

 

SHARE